Dottorato in Neuroscienze e Scienze Cognitive

XXXII Cycle

2016/17
Giulio Baldassi
Supervisor: Tiziano Agostini (DSV)
 
Valentina Coni
Supervisor: Fabio del Missier (DSV)
Co-supervisor: Laura Romoli (illycaffè SpA)
 
Elide Francesca De Caro
Supervisor: Lisa Di Blas (DSV)
Co-supervisor: Barbara Penolazzi (DSV)
 
Chiara De Vita
Supervisor: Maria Chiara Passolunghi (DSV)
 
Fiorenza Marchiol
Supervisor: Barbara Penolazzi (DSV)
Co-supervisor: Corrado Cavallero (DSV)
 
Jessica Vascotto
Supervisors: Tiziano Agostini (DSV) 
Jasna Legisa (NeuroComScience Srl)

Effetti di associazione spaziale per stimoli dotati di valenza emotiva

L’obiettivo del progetto è quello di indagare la specializzazione emisferica nei compiti di detezione di stimoli con valenza emotiva. Nello specifico si vuole verificare: (1) quale tra l’ipotesi della valenza e l’ipotesi dell’emisfero destro è la più accurata nel descrivere la prestazione motoria coinvolta nella detezione di espressioni facciali, (2) se in questi processi di riconoscimento esiste un effetto di dipendenza dal compito, (3) come gli stimoli affettivi sono in grado di interferire sulla cinematica corporea, e (4) e se la cognizione è in grado di influenzare la detezione di espressioni facciali. 

Candidate: Giulio Baldassi
FSE - EUSAIR/EUSALP project
 
 

Coffee perceived quality”: dalla rappresentazione mentale ai processi di scelta in ambienti elettronici e fisici

Il progetto intende studiare il processo di valutazione del prodotto caffè e si propone di individuare gli attributi del prodotto che influenzano maggiormente i processi decisionali del consumatore. Il primo obiettivo consisterà nell’identificazione delle caratteristiche più importanti nella rappresentazione della qualità percepita del prodotto e del loro peso relativo nel giudizio. In secondo luogo, verranno individuati specifici prime (in particolare di tipo visivo) in grado di preattivare attributi rilevanti per la valutazione e verrà testata la loro capacità di attivazione mediante varie modalità di primingInfine, si indagherà la capacità del priming degli attributi di influenzare la percezione del prodotto e le scelte di consumo in vari contesti (test di assaggio, acquisto presso sito web o punto vendita). Gli studi terranno conto anche del ruolo dell’expertise del consumatore e delle differenze individuali e culturali.

 
Candidate: Valentina Coni
Co-found project by illycaffé s.p.a.
 
 
 
Vulnerability factors and Developmental trajectories of Eating Disorders-relevant attitudes and behaviours in non-clinical adolescents
 
The project aims at exploring vulnerability factors for the onset and maintenance of eating disorders (ED), in adolescence. My Ph.D. project is focussed on how EDs and personality develop across adolescence and how they influence each other.  In addition, I examine the impact of the family (food consumption, parental support).
Operationally, I am working on a 3-yrs longitudinal study, which involves a sample of ideally 300 to 400 adolescents. In detail, aims are as follows:
• describing developmental trajectories for ED-relevant variables (BMI, dysfunctional attitudes towards weight, food consumption, and body shape);
• defining vulnerability factors which anticipate changes towards dysfunctional levels in ED variables across time, in adolescents who initially refer healthy levels of ED attitudes and behaviors;
• defining protective factors which help resolving temporary ED risky conditions vs vulnerable factors which favor the maintenance of ED sub-clinical conditions;
• exploring how temporary ED-relevant states affect personality development in adolescents;
• defining sex- and age-specific trajectories and vulnerability factors for the onset of EDs.
 
Candidate: Elide Francesca De Caro

 

Qualità della vita, aspetti emotivi e cognitivi, con particolare riferimento ai processi di apprendimento, di bambini con percorsi chirurgici complessi e delle loro famiglie

Un primo obiettivo del progetto è quello di indagare il benessere psicologico e gli stili di coping dei genitori dei bambini con patologie chirurgiche complesse, al fine di implementare interventi specifici per favorirne la qualità della vita, intesa come costrutto multidimensionale. Contestualmente, il progetto prevede una valutazione dell’impatto sociale che A.B.C., in quanto concreto supporto sociale ai bambini e alle loro famiglie, risulta avere. Un secondo obiettivo è quello di valutare come l’Approximate Number System (ANS), componente centrale del “senso del numero”, si sviluppa sia nei bambini con determinate patologie chirurgiche sia nello sviluppo tipico, approfondendo le sue caratteristiche, le tipologie di compiti attraverso cui è possibile misurarlo e le sue relazioni con la matematica formale e con altre abilità cognitive dominio-specifiche e dominio-generali.

Candidate: Chiara De Vita
Co-found project by A.B.C. - Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo Onlus
 
 
 

Profilo cognitivo dei pazienti con disturbi del comportamento alimentare

Lo scopo del progetto è quello di chiarire più in dettaglio il profilo cognitivo di pazienti con disturbi del comportamento alimentari mettendolo in relazione alla specifica sintomatologia riportata. Esistono molti dati in letteratura che evidenziano in questo tipo di pazienti la presenza di deficit in varie funzioni cognitive superiori (es. deficit di flessibilità cognitiva, di controllo inibitorio, di working memory, di elaborazione inferenziale, come quella necessaria per la comprensione linguistica delle metafore), nonchè deficit di tipo metacognitivo (es. bisogno di controllo dei propri pensieri). Tuttavia tali evidenze risultano ancora frammentarie, visto che raramente tutti i suddetti deficit cognitivi e metacognitivi sono stati considerati simultaneamente per stimarne le relazioni ed il contributo specifico. Col presente progetto ci si propone quindi di indagare più in dettaglio le relazioni tra questi costrutti, in modo da comprenderne meglio il ruolo rispetto all' insorgenza, al mantenimento e all' aggravamento della specifica psicopatologia alimentare considerata. Analizzare queste relazioni in tempi diversi dell'evoluzione del disturbo (immediatamente dopo la diagnosi, dopo il trattamento, e a successivi follow-up di 6 mesi), anche in funzione della risposta al trattamento, potrebbe permettere di identificare quali tra le tante variabili considerate giocano un ruolo di tipo causale.

Candidate: Fiorenza Marchiol
 
 
 
 
Gli indici comportamentali della menzogna: analisi verbale e non verbale
 
Il progetto si propone di analizzare gli indici comportamentali, inerenti al linguaggio verbale e non verbale, che possono dirci se ci troviamo di fronte ad un soggetto che sta dando una versione dei fatti non affidabile. Partendo dai dati raccolti in fase di tesi magistrale, in cui si è rilevata la presenza di un numero maggiore di incongruenze tra verbale e non verbale nei racconti menzogneri, il primo obiettivo è aggiungere dati alla ricerca precedente lavorando su un campione più ampio di soggetti. In secondo luogo, verrà analizzato il comportamento verbale e non verbale, sia in condizione di verità che di menzogna, somministrando stimoli diversi, così da verificare, se gli indici comportamentali di incongruenza, possono subire delle influenze a seconda delle diverse espressioni emotive. Infine, si vuole verificare la presenza di tali incongruenze anche in una situazione più ecologica e strutturare un’intervista di supporto alla rilevazione dei racconti menzogneri.
 
Candidate: Jessica Vascotto
Co-found project by NeuroComScience Srl

 

 

Peer-reviewed articles and abstracts

 

______

2017

De Caro, E. F. & Di Blas, L. (In press). Daily Fluctuations in Food Craving, Mood, and Body Dissatisfaction. In: Paolo Bernardis, Carlo Fantoni, & Walter Gerbino (eds.) TSPC2016, Proceedings of the Trieste Symposium on Perception and Cognition. Trieste, EUT.

De Vita, C., Costa, H.M., & Passolunghi, M.C. (In press). ANS acuity, mathematical ability, and inhibitory control: A longitudinal perspective from First to Second grades. In: Paolo Bernardis, Carlo Fantoni, & Walter Gerbino (eds.) TSPC2016, Proceedings of the Trieste Symposium on Perception and Cognition. Trieste, EUT.

 

______

2016

De Caro, E. F. & Di Blas, L. (2016). A prospective study on reciprocal influence between personality and attitudes, behaviors and psychological characteristics salient in eating disorders, in a sample of non-clinical adolescents. Eating Disorders; The Journal of Treatment and Prevention, 24(5), 453-468.

 

 

Abstracts

 

______

2017

De Vita, C., Costa, H.M., & Passolunghi, M.C. (2017). Senso del numero e apprendimento matematico: valutazione dell’Approximate Number System (ANS). Poster presentato presso XIV giornate di aggiornamento sull’uso degli strumenti in Psicologia Clinica dello Sviluppo, Bologna (Italy), March 17-18.

De Vita, C., Costa, H.M., & Passolunghi, M.C. (2017). Links between ANS acuity and mathematics ability: contributions of inhibitory control. Poster presentato presso Cognitive Science Arena (CSA). Bressanone (Italy), February 17-18.

 

_____

2016

De Vita, C., Costa, H., & Passolunghi, M.C. (2016). La relazione tra il Sistema Numerico Approssimato (ANS) e le abilità matematiche: una prospettiva longitudinale. XXV Congresso Nazionale AIRIPA. BES E DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO. Torino (Italy), October 7-8.

Passolunghi M.C., De Vita, C., & Costa H. W. (2016). Approximate Number System and Mathematics in first grade children: the roles of working memory. BPS Developmental Psychology Section Annual Conference. Belfast (Ireland), September 14-16.

 

 

 

Communications to the broad public

 

Vascotto, J. (2017). "Menzogne, bugie e incongruenze nei rapporti sociali" Incontro promosso da Studenti Per Udu Psicologia Padova nell'ambito del ciclo di conferenze "Lie To Me".