Laurea in Scienze e Tecnologie per l'ambiente e la natura

Insegnamenti a scelta

Anno Accademico 2020-2021

Il Piano degli Studi si basa su 6 tipologie di attività formative (TAF) (cfr. Art. 10 DM 22/10/2004 n. 270):


a) attività formative di base (TAF A);
b) attività formative caratterizzanti (TAF B);
c) attività formative affini e integrative (TAF C);
d) attività formative autonomamente scelte dallo studente purché coerenti con il progetto formativo (TAF D);
e) attività relative alla prova finale e alla verifica della conoscenza di almeno una lingua straniera (TAF E);
f) ulteriori attività formative, volte ad acquisire ulteriori conoscenze linguistiche, nonché abilità informatiche e telematiche, relazionali, o comunque utili per l'inserimento nel mondo del lavoro, nonché attività di tirocinio anche presso enti esterni (TAF F).

Il Piano degli Studi, comprendente l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative, è allegato al Regolamento Didattico (allegato 1) e reperibile alla voce di menu Piano degli Studi.

Gli insegnamenti di TAF A, B e C sono obbligatori. Le attività di tipologia F possono essere di varia natura e sono descritte nella voce di menu Altre attività formative.


Accanto a queste attività formative, gli studenti possono inserire nel Piano degli Studi insegnamenti a scelta (TAF D) volti a definire un proprio percorso formativo basato sugli interessi personali e sulle scelte future della propria carriera.

Gli studenti presentano il proprio piano degli studi PDS secondo le modalità previste dall'Ateneo (link), indicando gli insegnamenti a scelta di proprio interesse.


Gli insegnamenti a scelta (TAF D) che è possibile inserire nel proprio Piano degli Studi comprendono:


1) insegnamenti attivati annualmente ed espressamente sviluppati per le finalità formative del Corso di Studio;
2) insegnamenti appartenenti ad altri Corsi di Studio dell'Ateneo purché coerenti con il percorso formativo dello studente.


Tutti gli insegnamenti a scelta sono attivati di anno in anno, per cui si consiglia di presentare il Piano degli Studi annualmente verificando che gli insegnamenti che si desidera frequentare siano attivi. Insegnamenti inseriti in anni successivi, che non risultassero in seguito attivati, dovranno essere sostituiti presentando una modifica al Piano degli Studi.

Gli insegnamenti che possono essere inseriti nel Piano degli Studi tramite la procedura online e che sono approvati automaticamente sono i seguenti:

 

Tabella in aggiornamento


 

Inoltre gli studenti possono scegliere altri insegnamenti coerenti con il percorso formativo, ma, in tal caso, dovranno utilizzare i moduli cartacei messi a disposizione della Segreteria Studenti e ricevere l'approvazione del Consiglio di Corso di Studio.

E' disponibile il Modulo per la richiesta di Nulla Osta per gli esami a scelta dei CdL con accesso programmato: scansione di tale modulo, debitamente compilato e firmato, può essere anche mandata via posta alla casella didattica.dsv@units.it

Va tenuto presente che, mentre per gli insegnamenti a scelta attivati dal Corso di Studio gli orari sono ottimizzati in modo da evitare sovrapposizioni con gli insegnamenti obbligatori, per gli altri insegnamenti appartenenti ad altri corsi di studio la compatibilità con gli orari del proprio corso non è garantita e va verificata consultando i relativi orari delle lezioni.


Inoltre alcuni insegnamenti impartiti in altri Dipartimenti potrebbero riguardare corsi di studio a numero programmato. Tali insegnamenti richiedono il rilascio di un nulla osta da parte del Dipartimento al quale afferiscono prima di poter essere scelti.


Si segnala che alcuni insegnamenti possono essere scelti solo se iscritti ad un certo anno di corso.

 

Sarà necessario compilare il piano degli studi secondo le indicazioni e le scadenze di ateneo.

 

 

 

 

Ai sensi della normativa vigente (cfr. D.M. n. 259 del 9 maggio 2017) le Lauree magistrali costituiscono titolo ai fini della partecipazione ai concorsi a cattedre. Se superato con esito positivo, il concorso a cattedre consente il successivo arruolamento in qualità di docente nelle Scuole secondarie, relativamente alla/e classe/i di concorso corrispondenti al titolo di Laurea magistrale posseduto.

Per accedere al nuovo sistema di reclutamento è necessario, tuttavia, che gli aspiranti abbiano acquisito anche 24 crediti formativi relativi alle discipline antropo-psico-pedagogiche e didattiche attraverso il percorso professionalizzante PF24CFU ed, eventualmente, laddove previsto nel caso di alcune classi di concorso in base al titolo di studio posseduto, ulteriori crediti formativi di carattere disciplinare, utilizzando oculatamente gli insegnamenti a scelta della Laurea triennale nonché della Laurea magistrale e/o esami singoli, in modo tale da giungere alla Laurea magistrale, avendo già completamente assolto anche agli altri obblighi di carattere professionalizzante, in modo da essere pronti a rispondere al bando di concorso non appena viene pubblicato dal MIUR. Tenendo in considerazione il curricolo complessivo della Laurea triennale e della Laurea magistrale, spesso gli eventuali crediti disciplinari aggiuntivi necessari per accedere al concorso risultano già in parte e, talora, persino completamente soddisfatti.

Il corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e la Natura (cl. L-32) (STAN), anche grazie all’attivazione del curricolo didattico, rappresenta un percorso formativo indubbiamente adeguato a sviluppare le competenze di base necessarie a quanti aspirano a divenire insegnanti di discipline scientifiche nelle scuole secondarie, con particolare attenzione alla classe di concorso A-50.

Per quanto riguarda il PF24CFU si suggerisce di acquisire i 24 CFU di discipline antropo-psico-pedagogiche e didattiche, inserendo nel proprio piano di studi i seguenti insegnamenti (due tra gli esami a scelta e due tra gli esami in sovrannumero):

Ambito A: Pedagogia per l'insegnamento (M-PED/01) (6 CFU, 30 ore)

Ambito B: Psicologia per l'insegnamento (M-PSI/01) (6 CFU, 30 ore)

Ambito C: Antropologia per l'insegnamento (M-DEA/01) (6 CFU, 30 ore)

Ambito D: Didattica delle Scienze (M-PED/03) (6 CFU, 30 ore)

La laurea triennale STAN seguita dalla LM 75 o dalla LM 6 (con 12 CFU nei settori GEO) integrata con 24 CFU di discipline antropo-psico-pedagogiche-didattiche costituisce il percorso ideale per accedere al concorso a cattedre relativamente alla classe di concorso A-50 Scienze naturali, Chimiche e Biologiche.

La laurea triennale STAN seguita dalla LM 75 o dalla LM 6 integrata con 24 CFU di discipline antropo-psico-pedagogiche-didattiche permette, inoltre, di accedere al concorso relativamente alla classe di concorso A-28 Matematica e Scienze (che consente di operare solo nella Scuola secondaria di primo grado) (in questo caso tuttavia è necessario integrare ulteriormente il piano di studi complessivo con 18 CFU nei settori MAT, 3 CFU nei settori FIS (non necessari per chi frequenta gli indirizzi ambientale/didattico che comprendono anche l’insegnamento di Fisica ambientale) e 6 CFU nel settore INF/01 (o ING-INF/05 o SECS-S/01).

Per un dettagliato inquadramento dei possibili percorsi formativi da intraprendere e dei relativi sbocchi professionali da questi derivanti si suggerisce un’attenta lettura della tabella "Percorsi Accesso Insegnamento Discipline Scientifico-Naturalistiche - Scuole Secondarie - 2021" allegata in calce, che consente di individuare, in base agli interessi dell’aspirante, il percorso formativo più appropriato, che comporta naturalmente una scelta meditata della Laurea magistrale da conseguire nonché la necessità di aggiustare/integrare il proprio curriculum studiorum, in modo da assolvere a tutti gli obblighi richiesti ai fini dell’accesso al concorso a cattedre.

Per ulteriori informazioni si rinvia a un’attenta approfondita disamina della normativa ministeriale vigente in materia.

---

Percorsi Accesso Insegnamento Discipline Scientifico-Naturalistiche - Scuole Secondarie - 2021