Laurea in Scienze e Tecnologie per l'ambiente e la natura

Obiettivi e Sbocchi Professionali del Corso di Studi - STAN

Anno Accademico - 2018-2019
Il corso di laurea in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura (STAN) ha il fine di formare laureati in possesso di una solida cultura di base e di metodo scientifico che consenta di analizzare fenomeni e processi riguardanti l'ambiente sia nelle sue componenti naturali che in quelle alterate dall'azione antropica. A questo fine il Corso di laurea prevede una certa flessibilità nella presentazione dei piani di studio tale da permettere di approfondire più le materie legate allo studio delle componenti naturali o quelle relative allo studio dell'ambiente antropizzato. Il corso di laurea prevede un'ampia preparazione nelle materie di base e in materie più specifiche che si sviluppa nei primi due anni. In particolare sono previsti insegnamenti di matematica, fisica, chimica, biologia animale e vegetale, ecologia, discipline geologiche e diritto. I piani di studio potranno essere poi caratterizzati scegliendo tra un'ampia  offerta di corsi nelle materie biologiche, quali la biochimica, la genetica, la zoologia, la botanica, la fisiologia animale e vegetale e di altre materie nel campo della matematica, della fisica ambientale, della chimica dell'ambiente e delle metodologie geofisiche e geologiche in campo ambientale.
L'elevata interdisciplinarietà della preparazione del laureato in STAN potrà sia essere spesa  all'interno del mondo del lavoro che dare accesso a diverse lauree magistrali, in particolare nelle classi LM-60 e 75, ma anche ad altre lauree di indirizzo biologico, chimico, geologico e nell'ambito dei Beni Culturali con particolare riguardo alla museologia e alla valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale.
In ogni caso sarà garantita una frazione almeno del 50% dell'impegno orario complessivo, riservata allo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale.

Il corso di laurea ha il fine di formare laureati in possesso di un'adeguata conoscenza di base dei diversi settori sia delle scienze della vita che delle scienze geologiche e chimiche, di solide competenze e abilità operative e applicative in ambito biologico-ambientale, con particolare riferimento a procedure tecniche di analisi biologiche, ecologiche, geologiche, chimiche e strumentali ad ampio spettro,  finalizzate ad attività sia di ricerca che di monitoraggio e controllo; i laureati dovranno avere la capacità di raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la riflessione sulle implicazioni sociali, scientifiche ed etiche ad essi connessa. Il laureato in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura avrà acquisito, al superamento della prova finale, sia attitudine e conoscenze appropriate per inserirsi agevolmente in un ambiente di lavoro, sia familiarità col metodo scientifico e le nozioni necessarie per l'immediato proseguimento degli studi di secondo livello nelle Lauree Magistrali di riferimento, come pure in campi scientifici contigui in cui la biologia, l'ecologia e la geologia ambientali rivestano un ruolo rilevante. Il Corso di studi in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura comprende attività finalizzate all'acquisizione dei fondamenti teorici e di adeguati elementi sperimentali relativamente a:
- la biologia dei microrganismi, degli organismi e delle specie vegetali e animali, uomo compreso, a livello morfologico, funzionale, cellulare, molecolare, ed evoluzionistico;
- i meccanismi di riproduzione e di sviluppo; l'ereditarietà;  gli aspetti ecologici, con riferimento alla presenza e al ruolo degli organismi e alle interazioni fra le diverse componenti ecosistemiche sia biotiche che abiotiche; sufficienti elementi di base di matematica, statistica, informatica, fisica, chimica e geologia; attività di laboratorio suddivise tra le attività formative nei diversi settori disciplinari; attività esterne, come tirocini formativi presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori di ricerca, con lo scopo di facilitare l'inserimento nel mondo del lavoro, e/o stages presso università italiane ed estere, in relazione a obiettivi specifici, anche nel quadro di accordi internazionali;
I laureati in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura dovranno:
- possedere adeguate conoscenze di base sulla struttura e funzione dei sistemi biologici in chiave molecolare, cellulare e sistemica;
- possedere conoscenze di base sulla struttura e funzione dei sistemi geologici, chimico-fisici ed ecologici e loro interazioni con l'ambiente;
- possedere conoscenze specifiche e tecniche indispensabili per svolgere la propria attività in laboratorio, impiegando in modo integrato le tecnologie biologiche e chimico-fisiche;
- possedere adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
- essere in grado di utilizzare efficacemente strumenti informatici e statistici;
- saper utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, l'inglese, oltre all'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali;
- possedere una solida preparazione di base indispensabile per proseguire negli studi universitari e acquisire una più elevata qualificazione professionale;

Particolare attenzione sarà posta alle caratteristiche di innovazione che vedono il settore in un attivo e rapido sviluppo che richiede un efficiente aggiornamento, per tenere il passo con il continuo ed incalzante incremento delle conoscenze scientifiche e delle loro applicazioni tecnologiche  agli ambienti.

 

Per informazioni generali sul Corso di Studio si rimanda al sito Universitaly - SUA-STAN.

 

TECNICO AMBIENTALE
funzione in un contesto di lavoro:
Analisi, conservazione e riqualificazione di componenti abiotiche e biotiche di ecosistemi naturali, acquatici e terrestri
competenze associate alla funzione:
Raccolta ed analisi di campioni biologici, chimicofisici e geologici, elaborazione dati e realizzazione di carte tematiche, monitoraggio ambientale mediante l’'uso di indicatori biologici, conoscenza e applicazione della normativa italiana ed europea in materia ambientale, buona conoscenza dell'inglese scritto e parlato, abilità nell'uso dei programmi informatici e statistici di base.

sbocchi professionali:
Libero professionista come tecnico ambientale, responsabile di settore nella pubblica amministrazione (Regione, Provincia, Comune)

ESPERTO NELLA GESTIONE DI PARCHI E RISERVE NATURALI
funzione in un contesto di lavoro:
Conservazione e gestione faunistica, didattica e divulgazione scientifica.
competenze associate alla funzione:
Monitoraggio faunistico, gestione selvicolturale, capacità di realizzazione di supporti didattici a fini divulgativi. Conoscenza e applicazione della normativa italiana ed europea in materia ambientale. Buona conoscenza dell'inglese scritto e parlato. Abilità nell'uso dei programmi informatici e statistici di base.

sbocchi professionali:
operatore del corpo forestale dello Stato, operatore all’interno di Parchi e riserve Naturali e guida naturalistica.

CURATORE, CONSERVATORE PRESSO MUSEI SCIENTIFICI, CENTRI DIDATTICI E BIOPARCHI
funzione in un contesto di lavoro:
Analisi, conservazione e catalogazione di reperti museali, sia biotici che abiotici, allestimento di mostre temporanee e permanenti, competenza nella realizzazione di supporti didattici e divulgativi, attività didattica e divulgativa.
competenze associate alla funzione:
Esperto in conservazione di campioni animali, vegetali, paleontologici e minerali, esperto in catalogazione e database di dati biotici ed abiotici, esperto in divulgazione scientifica, buona conoscenza dell'inglese scritto e parlato, abilità nell'uso dei programmi informatici e statistici di base.
sbocchi professionali:
Curatore, conservatore, tassidermista, tecnico archiviazione dati, guida naturalistica.

 

Per informazioni generali sul Corso di Studio si rimanda al sito Universitaly - SUA-STAN.

 

NOMENCLATURA e CLASSIFICAZIONE
Conoscenza e comprensione

Lo studente sarà formato sulle conoscenze di base riguardanti la struttura ed il funzionamento della cellula animale e vegetale, sui processi molecolari genetici e sui meccanismi di trasferimento dell'informazione genetica. Lo studente acquisirà conoscenze sulla struttura, anatomia morfo-funzionale, strategie riproduttive, sistematica e filogenesi, ecologia ed etologia dei principali taxa di organismi animali e vegetali; acquisirà inoltre capacità di riconoscere gli aspetti macroscopici e l'organizzazione microscopica.

Lo studente imparerà a riconoscere i minerali e le rocce, gli ambienti in cui si formano, le tecniche analitiche con cui vengono caratterizzati ed il loro ruolo nell'ambito delle Scienze naturali ed ambientali. Sarà capace di: analizzare i principali processi morfogenetici riferibili all'insieme morfogenetico temperato, anche al fine di comprendere le trasformazioni diacroniche dell'assetto del territorio.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Capacità di analizzare, classificare e confrontare materiali biologici e geologici in campo e in laboratorio, in modo autonomo selezionando le adeguate metodologie anche in relazione alle diverse finalità.

Gli insegnamenti prevedono modalità di accertamento in forma scritta e/o orale.

AMBIENTE BIOTICO e ABIOTICO
Conoscenza e comprensione

Lo studente imparerà a capire ed approfondire aspetti di base ed applicativi dell'ecologia e della biodiversità degli ecosistemi terrestri. Esaminerà i principali fattori ecologici che determinano la biodiversità a livello degli ecosistemi marini. Svilupperà la capacità di valutare criticamente lavori scientifici in campo ecologico e della conservazione della biodiversità. Lo studente acquisirà delle conoscenze sulle principali caratteristiche morfologiche, anatomiche e funzionali animali e vegetali, con riferimenti ai cicli metagenetici e alle modalità riproduttive.
Lo studente acquisirà la conoscenza e comprensione delle proprietà degli elementi e dei composti in base alla loro struttura elettronica e dei fattori che caratterizzano le reazioni chimiche, con riferimento ai fenomeni chimici rilevanti a livello biologico e ambientale. Acquisirà concetti base, del linguaggio e delle notazioni indispensabili per affrontare lo studio della chimica organica nonché di elementi fondamentali di nomenclatura, di stereochimica, di meccanismi di reazione. Acquisirà conoscenze di base della struttura, delle proprietà fisiche e della reattività dei principali gruppi funzionali delle molecole organiche e della struttura delle biomolecole.
Gli studenti verranno avviati all'analisi e all'interpretazione dei principali sistemi ambientali in cui si articola l'insieme morfogenetico temperato. Saranno promosse le competenze indispensabili per comprenderne l'organizzazione, le dinamiche e le possibili trasformazioni, riservando adeguata attenzione alla gestione sostenibile del rischio ambientale con particolare riguardo al contesto alpino-adriatico. Saranno promosse le competenze indispensabili per l'acquisizione delle tecniche di indagine inerenti alla geofisica di esplorazione.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Capacità di sintetizzare informazioni di natura ecologica ottenute in campo e/o in laboratorio.
Capacità di organizzare in un quadro coerente dati provenienti da diverse discipline e di comprenderne le interazioni e le implicazioni per le diverse problematiche relative all'ambiente, sia naturale che modificato dall'uomo.

Gli insegnamenti prevedono modalità di accertamento in forma scritta e/o orale.

ANALISI dei DATI AMBIENTALI
Conoscenza e comprensione

Lo studente acquisirà la conoscenza e comprensione dei seguenti argomenti: calcolo differenziale e integrale per funzioni di una variabile. Analisi critica dei fenomeni fisici e loro descrizione quantitativa. Il laureato sarà in grado di studiare il comportamento di una funzione di una variabile, fino a tracciarne il grafico. Sarà capace di calcolare le derivate e gli integrali di funzioni di una variabile. Sarà altresì in grado di effettuare analisi critiche dei fenomeni fisici e loro descrizione quantitativa.

Lo studente verrà introdotto allutilizzo del GIS: il modello dei dati (georeferenziazione, scale, grafica raster e vettoriale, topologia, terza dimensione, attributi e data base, ecc.), i dati (classificazione, fonti, disponibilità, diffusione, integrazione di dati raster e vettoriali), le funzioni e gli operatori GIS (overlay topologico, buffering, analisi di rete, segmentazione dinamica, operatori raster e tridimensionali, interfaccia utente e programmabilità) e le successive applicazioni.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Capacità di applicare le leggi fondamentali della matematica, fisica e chimica all'approccio di problematiche biologiche e geologiche. Le capacità di applicare conoscenza e comprensione saranno valutate sulla base di elaborati testuali redatti anche con sistemi informatici adeguati, ivi compreso l'uso di banche dati.

Gli insegnamenti prevedono modalità di accertamento in forma scritta e/o orale.

ASPETTI APPLICATIVI delle SCIENZE e TECNOLOGIE per l'AMBIENTE e la NATURA
Conoscenza e comprensione

Lo studente acquisirà nozioni giuridiche di base dell'ordinamento europeo e di quello interno propedeutiche ad un corretto apprendimento delle norme e dei principi generali del diritto ambientale. Sarà capace di: analizzare i principali processi morfogenetici riferibili all'insieme morfogenetico temperato, anche al fine di comprendere le trasformazioni diacroniche dell'assetto del territorio. Avviando gradualmente gli studenti all'analisi e all'interpretazione dei principali sistemi ambientali in cui si articola l'insieme morfogenetico temperato, saranno promosse le competenze indispensabili per comprenderne l'organizzazione, le dinamiche e le possibili trasformazioni, riservando adeguata attenzione alla gestione sostenibile del rischio ambientale con particolare riguardo al contesto alpino-adriatico. Saranno promosse le competenze indispensabili per l'acquisizione delle tecniche di indagine inerenti alla geofisica di esplorazione.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Capacità di adottare un approccio multi ed interdisciplinare per lo studio e la comprensione dei sistemi ambientali, nei loro aspetti geologici e biologici, con adeguato metodo e rigore professionale.Il laureato sarà capace di: analizzare/interpretare la cartografia tecnica regionale e la cartografia geologica per desumere informazioni di interesse geografico, geologico, mineralogico, petrografico e geochimico.

In tal modo il laureato sarà in grado di svolgere una feconda mediazione fra il mondo della ricerca scientifica e i soggetti implicati nelle politiche territoriali e nella gestione concreta del territorio, al fine di orientare tali interventi in una prospettiva attenta ai principi della sostenibilità ambientale.

Gli insegnamenti prevedono modalità di accertamento in forma scritta e/o orale.

 

Per informazioni generali sul Corso di Studio si rimanda al sito Universitaly - SUA-STAN.